Condividi:


Remuntada Genoa, contro il Cagliari da 2-0 a 2-3 con Destro e la doppietta di Fares

di Marco Innocenti

Il Grifone non muore mai e incassa così i primi tre punti del suo campionato

Un Genoa che non t'aspetti, sia quello del primo tempo che quello della ripresa. A fare da spartiacque, i due schiaffi ricevuti dal Cagliari. La squadra di Ballardini, nel primo tempo, non incide. Non che i sardi facciano faville, intendiamoci, ma almeno la squadra di Semplici ha il merito di provarci in un paio di occasioni. Joao Pedro fa le prove generali del goal, anzi segna pure, ma parte in netto fuorigioco e l'assistente annulla giustamente. Poi però il Cagliari raccoglie i frutti di una pur limitata supremazia d'idee: Keita Balde sfrutta un piazzamento orrendo della difesa del Genoa, Sabelli lo travolge da dietro e Pairetto assegna il rigore. Joao Pedro non sbaglia e fa 1-0.

In avvio di ripresa, la musica sembra non dover cambiare e il Cagliari raddoppia con il terzo tempo di Ceppitelli che prende d'infilata l'intera difesa del Grifone e mette alle spalle di Sirigu il pallone del 2-0. Il raddoppio dei sardi, però, suona la carica per il Genoa. Il primo squillo arriva con il cross di Cambiaso, pennellato per l'incornata di testa di Destro, in tuffo per il goal che dimezza lo svantaggio del Grifone.

Meno di dieci minuti dopo, poi, inizia lo show di Mohamed Fares. Il franco algerino prima insacca su calcio d'angolo e pareggia i conti, poi sempre di testa impatta perfettamente su cross dalla destra di Cambiaso e fa esplodere di gioia i tifosi del Grifone. Da 2-0 a 2-3 in venti minuti scarsi: una vittoria per scacciare i brutti pensieri, per risalire la classifica e per guardare con più fiducia al futuro prossimo. E fra sette giorni al Ferraris arriva la Fiorentina di Vincenzo Italiano.