Radioterapia in tilt al San Martino: entro aprile nuova tomoterapia

di Redazione

È in arrivo un apparecchio di ultima generazione per eradicare patologie tumorali o per fini palliativi

Radioterapia in tilt al San Martino: entro aprile nuova tomoterapia

Entro fine aprile nel reparto di radioterapia dell'ospedale San Martino di Genova entrerà in funzione una nuova tomoterapia, apparecchio di ultima generazione utilizzato per eradicare patologie tumorali o per fini palliativi. Lo confermano il direttore generale dell'ospedale Giovanni Ucci, l'assessore regionale alla Sanità Sonia Viale e il responsabile dell'unità operativa oncologica radioterapica dell'ospedale Renzo Corvò, illustrando le contromisure adottate per alleviare i disagi dei malati di cancro costretti ad andare a curarsi a Savona dopo che alcuni macchinari vetusti per la radioterapia sono andati fuori uso al policlinico genovese. "Grazie a un impegno corale insieme all'Asl2 savonese siamo riusciti a ridurre i disagi ai pazienti e ad accelerare l'acquisizione dei nuovi strumenti. - commenta Ucci - Il bando per la tomoterapia è partito, il 20 gennaio Alisa lo concluderà con l'acquisto di un nuovo acceleratore lineare". Secondo il professor Corvò "nei prossimi mesi ci saranno ancora alcune difficoltà, la domanda è alta e continueremo a lavorare dalle 8 del mattino fino alle 22 potenziando il sabato mattina".