Puglia: al via progetto MaaSolutions, per un sistema di TPL sempre più digitalizzato e accessibile

di Carlotta Nicoletti

3 min, 2 sec

Il progetto, che durerà 51 mesi e si concluderà nel 2028, ha come altri partner l’Associazione intercomunitaria per lo sviluppo dell’area metropolitana di Baia Mare

Puglia: al via progetto MaaSolutions, per un sistema di TPL sempre più digitalizzato e accessibile

 

La Giunta ha approvato le necessarie variazioni al bilancio di previsione ai fini dell’attuazione del progetto Interreg “MaaSolutions – Digital solutions for sustainable urban mobility” di cui la Regione Puglia – Sezione Trasporto Pubblico Locale e Intermodalità è Lead Partner.

Il progetto, che durerà 51 mesi e si concluderà nel 2028, ha come altri partner l’Associazione intercomunitaria per lo sviluppo dell’area metropolitana di Baia Mare – Romania, la Municipalità di Geel – Belgio, la Municipalità di Liepāja – Lettonia, la Contea di Vas – Ungheria, la Regione di Aufbauwerk, Leipzig GmbH – Germania, l’Università dell’Egeo – Grecia (Advisory Partner) e la Municipalità di Schouwen-Duiveland – Paesi Bassi. “MaaSolutions” è stato ammesso a finanziamento per un importo complessivo di € 1.637.462,00 con risorse a valere sul Programma Interreg Europe 2021-2027; alla Regione Puglia è stato assegnato un budget di € 366.434,00, coperto per l’80%, pari a € 293.147,20, dal cofinanziamento UE a titolo di strumento Interreg Europe mentre la restante quota del 20% del cofinanziamento nazionale, pari a € 73.286,80, è coperta dal Fondo di Rotazione come stabilito dalla delibera CIPESS n. 78 del 22/12/2021.

Obiettivo del progetto è identificare i migliori strumenti interoperabili per aumentare la digitalizzazione, la qualità, la sicurezza e l’attrattiva dei sistemi di trasporto e consentire la diffusione del sistema MaaS (Mobilty as a Service), valutando diversi approcci: digital payment, sviluppo di sistemi di monitoraggio e gestione della flotta, sistemi informativi all’utenza, prenotazione viaggi, creazioni percorsi multimodali.

Fondamentale sarà l’interscambio di buone pratiche, per valutare gli impatti delle scelte in comunità diverse e con modelli diversi di partecipazione, così da ricavare indicazioni per interventi utili a sfruttare le opportunità offerte dal MaaS al fine di migliorare sostanzialmente la mobilità locale regionale.

Per la Puglia questo interscambio sarà di stimolo per una migliore promozione del progetto regionale “MaaS4Puglia”, finanziato dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri con un contributo di 2.300.000,00 euro (su un costo complessivo del progetto di 2.757.100,00 euro). Il progetto “MaaS4Puglia” intende valorizzare l’esperienza in corso nella Città Metropolitana di Bari, estendendo all’intero territorio regionale i servizi di “mobilità come servizio” (Mobility as a Service). Scopo e sfida è quello di integrare e rendere accessibili a chi viaggia in Puglia più soluzioni multimodali presenti sul territorio attraverso un unico canale. Il progetto non si limita alla sola integrazione di sistemi di trasporto e mobilità urbani ed extraurbani, ma saranno messi a sistema percorsi tematici che coinvolgeranno anche altre aree di interesse, relativamente a: spostamenti a valenza sociale, convergenti sulle eccellenze ospedaliere regionali; spostamenti legati a motivi di studio scolastico e universitario o motivi lavorativi; spostamenti legati al turismo naturalistico, culturale, balneare. La sperimentazione, che durerà fino al 2025, sarà condotta nei capoluoghi di Provincia e in un centro minore rappresentativo per ognuno di essi (Bari-Monopoli, Lecce–Gallipoli, Foggia-San Giovanni Rotondo, Taranto–Manduria, Brindisi–Fasano, BAT–Trani).

“Il concetto chiave del MaaS è quello di una mobilità sostenibile non solo in termini ambientali ma anche economici e socioculturali – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile -. L’innovazione tecnologica nel sistema del TPL è in grado di offrire un’esperienza di mobilità come servizio agile, sicuro, on-demand e digitale che può soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei viaggiatori, che siano pendolari abituali, viaggiatori occasionali o turisti.”

 

© Telenord Srl
P.IVA e CF: 00945590107
ISC. REA - GE: 229501
Sede Legale: Via XX Settembre 41/3
16121 GENOVA
PEC: contabilita@pec.telenord.it
Capitale sociale: 343.598,42 euro i.v.
pubtelenord@telenord.it
Tel. 010 5532701
Informativa della privacy
Gestisci consenso
Scarica l'App di Telenord
Tutti i diritti riservati, vietata la copia anche parziale dei contenuti