Processo Ponte Morandi, i familiari delle vittime: "Scelta su ricusazione sia definitiva"

di Marco Innocenti

"Sarebbe molto grave fosse delegittimata da atti futuri. La nostra lotta sarà lunga e difficile ma restiamo vigili e non cederemo il passo su nulla"

Processo Ponte Morandi, i familiari delle vittime: "Scelta su ricusazione sia definitiva"

Appena superato lo scoglio della possibile ricusazione del gup Paola Faggioni, a mettere a rischio l'avvio effettivo del processo sulla tragedia di Ponte Morandi è l'annuncio, da parte degli avvocati degli imputati, dell'intenzione di ricorrere in Cassazione per ottenere la revisione della sentenza appena emessa dalla Corte d'Appello di Genova. 

"Prendiamo atto - scrivono i familiari delle vittime - della decisione della Corte d’Appello in merito alla ricusazione del Giudice Paola Faggioni nel nostro processo per la tragedia del Ponte Morandi, ovviamente la nostra speranza è che questa scelta sia definitiva e che non possa in alcun modo essere delegittimata da atti futuri altrimenti sarebbe molto grave, è troppo importante che il processo possa procedere spedito verso la giustizia che i nostri famigliari meritano. Ci rendiamo conto ovviamente che la nostra lotta per la giustizia e contro un sistema organizzato di poteri sarà lunga e difficile nonché piena d’insidie, noi saremo sempre vigili ed attenti e non cederemo il passo su nulla".