Peste suina, in corso la task force per l'emergenza

di Giorgia Fabiocchi

L'ordinanza è stata firmata dai ministri alla Salute e alle Politiche agricole Roberto Speranza e Stefano Patuanelli

Peste suina, in corso la task force per l'emergenza

È in corso il tavolo nella sede di Regione Liguria, convocato per questa mattina, lunedì 17 gennaio ndr, per affrontare l'emergenza causata dalla peste suina africana. Presenti all'incontro il presidente Giovanni Toti, l'assessore all'Agricoltura e alla Caccia Alessandro Piana, il servizio veterinario di Alisa, Anci, Camera di Commercio e il dipartimento regionale che si occupa di politiche della natura, con il compito di portare avanti un'operazione di sorveglianza e di confrontarsi con i soggetti interessati, per agire con nuove misure di contenimento. 

Il presidente della Regione Toti aveva sottolineato, subito dopo lo scoppio dell'emergenza, che era stata "attivata la task force per predisporre tutte le misure per superare queste difficoltà, grazie anche a una collaborazione con le altre regioni, tenendo presente il grande mercato italiano di export della carne di maiale che potrebbe subire gravi danni".

"Abbiamo convocato questo tavolo per avere un quadro approfondito della situazione, - aveva spiegato l'assessore regionale Piana - l'obiettivo è evitare chiusure improprie e prolungate nel tempo e avere dati chiari e oggettivi su come affrontare la seconda fase a partire dall'area esterna cuscinetto che coinvolge 36 comuni dove verranno effettuati da subito controlli appropriati e si procederà con abbattimenti selettivi per evitare la possibilità di contagi".

L'ordinanza firmata dai ministri alla Salute e alle Politiche agricole Roberto Speranza e Stefano Patuanelli prevede il divieto, per sei mesi, di attività come la caccia, la pesca, la raccolta di funghi e di tartufi, trekking, montain bike, corsa, camminata, sola o in compagnia del proprio cane.