Natale in zona rossa, -84% di movimenti nella provincia di Genova

di Marco Innocenti

Aumentano invece gli spostamenti nei comuni dell'entroterra: +120% a Rezzoaglio il 26 dicembre

Natale in zona rossa, -84% di movimenti nella provincia di Genova

Che il Natale passato in zona rossa abbia inciso sugli spostamenti dei genovesi è un po' la scoperta dell'acqua calda. Ma quanto ha inciso davvero? Quali sono stati i numeri di questa limitazione? A dare una risposta precisa ci hanno pensato Enel X e Here Technologies che, grazie al confronto dei dati emersi da City Analytics – Mappa di mobilità sono riuscite a quantificare l'impatto delle restrizioni agli spostamenti a ridosso del Natale. 

Nella provincia di Genova, nelle giornate del 24, 25 e 26 dicembre, si è registrato rispettivamente un -50%, -84% e -76% nella variazione dei movimenti e un -56%, -88% e -80% di chilometri percorsi rispetto allo stesso giorno della settimana precedente. I comuni in cui i cittadini si sono spostati maggiormente sono Vobbia e Crocefieschi il 24 dicembre (rispettivamente +88% e +29%, ancora Vobbia il 25 dicembre con un +43% e Rezzoaglio (+120%) per quanto riguarda il 26 dicembre. Il calo maggiore negli spostamenti, invece, negli stessi giorni si è verificato a Montebruno (-73%) il 24 dicembre, a Isola del Cantone con un -97% il 25 dicembre ed ancora a Montebruno (-93%) il giorno di Santo Stefano.  

Nei giorni 31 dicembre - 1 gennaio, invece, le differenze fra i vari comuni si ampliano decisamente: il 31, ad esempio, si oscilla tra il -73% di Favale di Malvaro e il +120% di Coreglia Ligure e Propata. Si confermano i più "girovaghi" anche nel primo giorno dell'anno i residenti nel comune di Coreglia Ligure (+120%) mentre i più "casalinghi" sono stati gli abitanti di Campo Ligure con un -97% rispetto alla stessa giornata di una settimana prima. 

Veniamo ai dati della città di Genova. Spostamenti molto ridotti in tutte le delegazioni: il 24 dicembre si va dal -43% della Valpolcevera al -16% della Bassa Val Bisagno, mentre sono molto più accentuati i cali nelle giornate del 25 e 26. A Natale spiccano il -88% di spostamenti della Valpolcevera ma sopra l'80% in meno sono anche Medio Ponente (-85%), Centro Ovest (-84%) e Ponente (-83%). A Santo Stefano, invece, si attestano al -75% ben 4 zone della città: Centro Ovest, Medio Ponente, Ponente e Valpolcevera. Situazione di generalizzata riduzione degli spostamenti anche per il 31 dicembre e 1° gennaio.