Condividi:


E' morto William Shakespeare, il primo vaccinato inglese: la gaffe della tv argentina

di Marco Innocenti

La giornalista Noelia Novillo annuncia la morte "uno dei più importanti scrittori in lingua inglese" ma (ovviamente) non si tratta del Bardo di Stratford-upon-Avon

Certo, i casi di omonimia sono una buccia di banana sulla quale la credibilità di ogni giornalista rischia di scivolare ma stavolta è davvero troppo. Anche per l'enfasi e la commozione con la quale Noelia Novillo, giornalista della tv argentina Canal 26, ha annunciato la morte di William Shakespeare, il primo uomo inglese a ricevere il vaccino anticovid nel mese di dicembre.

Se ne va "uno dei più importanti scrittori in lingua inglese - ha detto la Novillo - per me un maestro. Stiamo parlando di William Shakespeare. La notizia ci ha scioccati. Vi faremo sapere come e perché è successo". Peccato che (ovviamente) non si trattasse di QUEL William Shakespeare, drammaturgo e poeta nato a Stratford-upon-Avon nel 1564 e morto nel 1616. Il deceduto di oggi è stato per anni un operaio in uno stabilimento della Rolls Royce ed è morto qualche giorno fa, all'età di 81 anni, per una malattia non connessa col covid.

Immancabile, l'ironia feroce dei social: "Incredibile che si vaccini con questa rapidità ed efficacia" scrive qualcuno su Twitter, "Montecchi e Capuleti parteciperanno alle esequie" scrive qualcun'altro, fino alla chiosa finale: "Speriamo che almeno Romeo e Giulietta stiano bene e siano stati vaccinati".