Grande Fratello Vip, l'attacco di Cristina Plevani: "Nomination pilotate. Signorini, ripigliati!"

di Redazione

Lo sfogo social della vincitrice della prima storica edizione del reality dopo la sfuriata di Signorini contro Lulù: sotto accusa il meccanismo delle immunità

Grande Fratello Vip, l'attacco di Cristina Plevani: "Nomination pilotate. Signorini, ripigliati!"

E' bastata la sfuriata del conduttore Alfonso Signorini contro Lulù Selassié, "rea" di non saper fornire una motivazione per la nomination di Manila, a scatenare la reazione di Cristina Plevani, vincitrice della prima storica edizione del Grande Fratello. Nel corso dell'ultima puntata della versione VIP del reality, infatti, Signorini ha redarguito la Selassié perché questa, subito dopo aver nominato Manila, non ha saputo dare una motivazione per la sua scelta. Alla base della difficoltà, ci sarebbe il meccanismo delle immunità, già al centro di critiche sia da parte di alcuni concorrenti che del pubblico. 

Nel corso della puntata, infatti, ad essere immuni dalle nomination, oltre a Katia Ricciarelli e Francesca Cipriani, c'era tutto il cast al maschile del reality, vista la netta predominanza numerica delle donne rispetto agli uomini all'interno della casa. Lulù, in sua difesa, ha fatto notare di non poter nominare chi avrebbe voluto, proprio in virtù del meccanismo delle immunità ma questo non è bastato a Signorini che l'ha redarguita duramente, scatenando appunto le critiche della Plevani. "Se non sai le regole - ha detto Signorini a Lulù - ti mando via".

"Signorini, ripigliati! - ha twittato la vincitrice della prima edizione del GF - Nomination: il Gf decide chi devi nominare, togli gli uomini, togli gli immuni, il conduttore si incaz** perché non trovi motivazioni sui rimanenti. Ripigliati Signorini e un po' meno con i toni".