La Spezia, gli rubano per due volte la stessa auto e gli chiedono il riscatto: una denuncia

di Alessandro Bacci

La prima volta il 60enne aveva denunciato il furto ma non l'estorsione, i carabinieri nel secondo caso si sono insospettiti

La Spezia, gli rubano per due volte la stessa auto e gli chiedono il riscatto: una denuncia

Per ben due volte gli è stato rubato il suv e in entrambi i casi una persona lo ha contattato pretendendo un riscatto per restituirlo. E' successo a un settantenne di Lerici (La Spezia), che ha confessato le due estorsioni dopo essere stato messo alle strette dai carabinieri insospettiti dalla seconda denuncia di furto della stessa auto. Come era tornato in possesso del mezzo? Perché non aveva segnalato di aver ritrovato l'auto? hanno chiesto i militari arrivando a scoprire la verità. Nei guai è finito un 40enne albanese, denunciato per ricettazione ed estorsione.

E' il cosiddetto fenomeno dei "cavalli di ritorno": il proprietario di un'auto rubata viene contattato dai ladri, o da loro complici, che propongono la restituzione della vettura a fronte di un pagamento. Nel caso dell'anziano lericino, questi ha raccontato di essere stato oggetto di una richiesta di 300 euro quando, nel 2019, subì il primo furto dell'auto. Allora l'uomo denunciò il furto ai carabinieri, ma non il tentativo di estorsione Consegnati i soldi, l'uomo riebbe l'auto. P

Poi nel giugno scorso il secondo furto della stessa vettura con estorsione da 500 euro. I carabinieri insospettiti dal secondo furto senza aver avuto notizia del ritrovamento del mezzo dopo il primo furto sono andati a fondo ed hanno scoperto le estorsioni.