Condividi:


La protesta dei lavoratori dell'ex Ilva di Genova,  Orlando: “Risponderemo con i fatti”

di Antonella Ginocchio

Le parole del ministro del lavoro, dopo il suo ingresso nello stabilimento, dove non sono mancate le contestazioni ed i fischi degli operai

“Alle contestazioni bisogna rispondere con i fatti”. Lo ha detto il ministro del lavoro Andrea Orlando, dopo il suo ingresso nello stabilimento dell’ex Ilva a Cornigliano, dove non sono mancate le contestazioni ed i fischi dei lavoratori.

“Abbiamo chiarito le nostre posizioni, abbiamo ascoltato le loro ragioni “, ha ribadito Orlando, che nelle prime ore della mattinata. prima dell'incontro alle acciaierie,  aveva già incontrato il prefetto di Genova e le massime autorità cittadine e regionali per fare il punto della situazione e per ribadire l’impegno del governo e dello stesso premier Draghi,  per trovare una soluzione alla difficile vicenda e rilanciare il ruolo dell'acciaio. 

I lavoratori, com'è noto,  chiedono lo stop alla cassa integrazione, decisa dall’azienda . "Vedremo se ci sono gli strumenti per contestare quella scelta, c'è la volontà del Governo di investire sull'acciaio", ha detto a questo proposito  Orlando, ribadendo che finora l’azienda ha opposto un secco no alla richiesta di interromepre la cassa.