Condividi:


La Cassa Edile genovese dona 100mila euro per aiutare gli ospedali della città

di Marco Innocenti

Stanziato anche un fondo speciale per chi non può accedere agli ammortizzatori sociali

La Cassa Edile Genovese, grazie alla sensibilità dimostrata da Ance Genova, Confartigianato Costruzioni Genova, CNA Costruzioni Genova e Filca CISL Genova, Fillea CGIL Genova e Feneal-Uil Genova, ha deliberato uno stanziamento immediato di 100.000 euro a favore degli Ospedali genovesi impegnati nella lotta al Covid-19.

"Il contributo destinato agli ospedali Galliera, Evangelico, San Martino e Villa Scassi - sottolinea Grazia Maria Di Biaso, Presidente della Cassa Edile Genovese - vuole essere un concreto e tangibile segno di sostegno, vicinanza e apprezzamento da parte del mondo edile per l'encomiabile opera che gli stessi stanno svolgendo in condizioni di grande difficoltà a tutela della salute dei cittadini".

"Onde evitare che nessuno rimanga senza provvidenze in questo drammatico momento - aggiunge il Vice Presidente Federico Pezzoli - la Cassa Edile Genovese ha inoltre stanziato un Fondo speciale a favore dei lavoratori edili della Città Metropolitana di Genova che non possono accedere agli ammortizzatori sociali previsti dalla legislazione dell'emergenza".