Ferrero si avvale della facoltà di non rispondere. L'avvocato:"Si dimette dalla Sampdoria"

di Edoardo Cozza

Arrestato lunedì scorso, non parla davanti al gip di Paola: il collegamento da remoto dal carcere di San Vittore

Ferrero si avvale della facoltà di non rispondere. L'avvocato:"Si dimette dalla Sampdoria"

Ha deciso di non rispondere alle domande del giudice e si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l'interrogatorio di garanzia davanti al gip di Paola, Massimo Ferrero, presidente dimissionario della Sampdoria arrestato per bancarotta. Lo ha riferito l'avvocato Luca Ponti, difensore di Ferrero insieme alla collega Pina Tenga. L'interrogatorio si è svolto da remoto, con l'imprenditore presente in video collegamento dal carcere milanese di San Vittore.

"Il carcere è un'esperienza dura, ma Ferrero è un battagliero", le parole del legale. Ha anche riferito che Ferrero ha formalizzato le sue dimissioni da presidente del club e che d'ora in poi "intende fare sì che la Samp e la sua vicenda penale proseguano su vie differenti. Per questo motivo a fare parte del cda del club non ci saranno più membri della famiglia Ferrero".

L'ipotesi che Ferrero si avvalesse della facoltà di non rispondere era già stata avanzata nella giornata di ieri e ha trovato riscontro con quanto avvenuto quest'oggi.