Incendio su un terrazzo, appendici dei palazzi mai così vissute come in questi giorni di quarantena

di Michele Varì

Il rogo conferma la riscoperta della vita sui tetti diventati nuovi luoghi di socializzazione

Incendio su un terrazzo, appendici dei palazzi mai così vissute come in questi giorni di quarantena

Principio di incendio nella notte su un terrazzo di via Ginestrato, a Quezzi, sulle alture della Valbisagno: a bruciare alcuni porta vaso di plastica. Le fiamme, subito molto alte, ed infatti le segnalazioni ai pompieri sono state molte, sono state spente in pochi minuti forse dagli stessi inquilini del palazzo.

L'allarme alle 2.55 in una notte illuminata da una splendida luna piena. 
Sul posto è stata inviata una squadra di pomperi dal distaccamento della Valbisagno, il Genova Est di Staglieno. 

Il rogo su un terrazzo, fatto assai raro, racconta come in questi terribili giorni di quarantena gli spazi aperti e i tetti, intesi come terrazzi, dei caseggiati sono molto vissuti e frequentati dai cittadini che pur restando a casa, come detta il decreto del governo, sono all'affanosa e disperata ricerca di spazi all'aria aperta.
 
Gli inquilini, infatti, pur mantendo le distanze sociali, s'incontrano e si parlano, forse come non avevano mai fatto prima, proprio dai terrazzi e dai poggioli. 
Nel centro storico dove i palazzi sono vicini vicini si racconta di dialoghi fitti sino a tarda ora (tanto non si va a scuola e quasi mai si lavora) fra inquilini affacciati da una finestra e l'altra e fra ragazzi accampati sui terrazzi adiacenti per leggere un libro, più facilmente per chattare sul telefonino.
Alcune lunghe e confidenziali chiacchierate, quasi gridate da un caseggiato all'altro, potrebbero trasformarsi in germogli di possibili storie d'amore o solide amicizie fra vicini di casa che prima neanche si salutavano. E per la gita di Pasquetta proibita dal decreto qualche condomino sta già pensando ad un alternativo pranzo al sacco sul caseggiato sul terrazzo comune, fra pochi e fidati condomini s'intende, e sempre mantenendo le distanze.