Imperia, Aurigo: sindaco arrestato per corruzione non risponde al gip

di Redazione

Il blitz dei carabinieri del Nucleo Investigativo è scattato dopo che l'imprenditore è stato visto dare una busta al politico contenente 2.000 euro in contanti

Imperia, Aurigo: sindaco arrestato per corruzione non risponde al gip

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere all'interrogatorio di convalida dell'arresto, davanti al gip Anna Bonsignorio di Imperia, Luigino Dellerba, 65 anni, sindaco di Aurigo (Imperia) e consigliere provinciale di Imperia, e l'imprenditore imperiese Vincenzo Speranza, della Edilcantieri Costruzioni srl, entrambi arrestati in flagranza di reato lunedì scorso con l'accusa di corruzione.

Il blitz dei carabinieri del Nucleo Investigativo è scattato dopo che l'imprenditore è stato visto dare una busta al politico contenente 2.000 euro in contanti. Per gli inquirenti rappresenterebbero l'importo di una tangente finalizzata a ottenere agevolazioni per la realizzazione di due opere pubbliche.

Nel primo caso si parla di un affidamento di lavori nel comune di Aurigo, nel secondo della realizzazione di un parcheggio nell'ex bocciofila di corso Roosevelt, a Imperia, per conto della Provincia. 

"Vengono contestate genericamente altre due dazioni: una in data imprecisata, dell'importo sicuramente inferiore a quello consegnato, ma che non hanno saputo quantificare neanche gli inquirenti e un'altra, che invece gli inquirenti sostengono sia stata di duemila euro sulla base di un'intercettazione, perché non c'è prova che il denaro sia stato consegnato a Dellerba e che lui lo abbia effettivamente preso", le parole del legale della difesa, Carlo Fossati.

"Ci sono appostamenti da cui traggono convinzione gli inquirenti, che abbiano preso questi soldi, ma la prova non è documentale, come quella per la quale è avvenuto l'arresto", aggiunge l'avvocato.