Tags:

atalanta genoa

Condividi:


Il Genoa regala un tempo poi Pandev e Shomurodov spaventano l'Atalanta

di Marco Innocenti

Al Ferraris finisce 4-3 per i bergamaschi che festeggiano la qualificazione in Champions

Durano meno di cinque minuti i grattacapi che il Genoa riesce a creare all'Atalanta. Appena il tempo, per il Grifone di mettere Melegoni solo davanti a Gollini, con il portiere atalantino che salva in angolo, e di mandare al tiro Masiello, con la palla che scheggia la faccia esterna del palo. Per il resto, solo tanta, tantissima Atalanta, che al primo vero affondo passa in vantaggio: all'8' Zapata beffa un Radovanovic non proprio impeccabile, si presenta solo davanti a Marchetti e lo anticipa mettendo in rete l'1-0 per la squadra di Gasperini.

La reazione del Genoa è piuttosto confusionaria, anche perché i bergamaschi sembrano decisamente più aggressivi sui portatori di palla rossoblu. Zapata e Gosens continuano a imperversare e, al 26', arriva anche il raddoppio. Radovanovic non riesce a difendere palla sull'attacco di Zapata che, proprio sul filo della linea di fondo, gli sradica il pallone dai piedi e lo serve in mezzo per il tapin di Malinovskyi. Il guardalinee però alza la bandierina: la palla è uscita dal campo prima del cross del colombiano. Pochi secondi e arriva l'intervento del Var a correggere la decisione dell'assistente. La palla non era uscita e il raddoppio dell'Atalanta quindi è regolare.

A calare il tris, poi, ci pensa Gosens a una manciata di minuti dall'intervallo: cross dalla sinistra per la torre di Zapata, il numero 8 nerazzurro è ben appostato e, a un metro dalla linea di porta, deve solo appoggiare il pallone in rete. Anche stavolta, però, tutto troppo facile per gli attaccanti di Gasperini.

Nella ripresa, i due allenatori provano a rimescolare le carte: Ballardini per tentare di cambiare l'inerzia del match, Gasperini per risparmiare energie in vista della finale di Coppa Italia di mercoledì. Nel Grifone dentro Pandev, Caso e Shomurodov per Destro, Zajc e Cassata, i bergamaschi rispondono con Pasalic e Pessina al posto di Zapata e Freuler. Sono proprio due dei neo entrati ad animare i primissimi minuti: prima Shomurodov beffa Djimsiti e batte Gollini con un sinistro chirurgico che bacia il palo ed entra in rete poi Pasalic ristabilisce subito le distanze con un destro a pelo d'erba che spiazza Marchetti. E siamo 4-1 Atalanta.

Al 65' un fallo di mano su un cross dalla destra di Caso manda Pandev dal dischetto. Il macedone non fallisce e firma così il 4-2. Nel finale, poi, è ancora Shomurodov a mettere un pizzico di pepe con la rete che rimette in scia il Grifone: Pandev scappa in contropiede e serve l'uzbeko, piatto destro e pallone in fondo al sacco per il definivo 4-3.

Tags:

atalanta genoa

Condividi: