"I vaccini stanno per scadere", la bufala corre sul web: Aifa smentisce la fake news

di Marco Innocenti

"L'autorizzazione all'uso di terapie con monoclonali, non ha nessuna correlazione con le autorizzazioni per i vaccini contro il covid"

"I vaccini stanno per scadere", la bufala corre sul web: Aifa smentisce la fake news

"Attenzione, i vaccini scadono a ottobre", anzi no, "Scadono fra 15 giorni". Anzi, ancora di più, "Sono già scaduti perché sono state autorizzate terapie con cellule monoclonali". La "notizia" sta effettivamente circolando da qualche giorno sui social: in seguito all'autorizzazione da parte dell'Aifa all'utilizzo di alcuni tipi di cellule monoclonali per combattere il covid, starebbe per venir meno l'autorizzazione all'utilizzo dei vaccini. "Tale notizia - fa sapere Aifa in una nota - è del tutto priva di fondamento: l'autorizzazione di alcune indicazioni terapeutiche di anticorpi monoclonali da parte dell'AIFA, infatti, non ha alcuna correlazione con le autorizzazioni dei vaccini anti COVID-19, che restano perfettamente valide"

L'Agenzia ha anche annunciato di aver sporto denuncia alle autorità competenti contro la diffusione di questa fake news, volta a depotenziare la campagna vaccinale in atto. AIFA ribadisce che l'utilizzo dei vaccini anti COVID-19 è sicuro ed efficace e invita i cittadini a vaccinarsi e a informarsi solo attraverso fonti istituzionali e scientifiche.

In realtà, che i vaccini abbiano una data di scadenza è cosa assolutamente normale. Come ogni tipo di farmaco, anche i vaccini riportano sulla scatola una dicitura del tipo "Utilizzare entro..." ma è anche evidente che i lotti prodotti (e quindi consegnati) più di recente avranno una scadenza più in là nel tempo, rispetto ai lotti consegnati nei primi mesi della campagna vaccinale. E' una normale catena di riassortimento delle scorte, alla stregua di quanto avviene in ogni supermercato con le mozzarelle, i biscotti o la maionese. Lo stesso avviene anche con i farmaci e i vaccini non fanno eccezione. L'allarme secondo cui "A ottobre i vaccini scadranno", quindi, non ha alcun senso: a ottobre scadranno alcuni lotti, magari alcuni di quelli in uso proprio in questi giorni, ma quelli prodotti oggi e che saranno consegnati nelle prossime settimane, avranno ovviamente scadenze più lontane.