Gran Premio d'Ungheria, Verstappen firma l'impresa. Altra domenica da dimenticare per la Ferrari

di Marco Innocenti

L'olandese parte decimo e mette a segno una rimonta straordinaria che gli regala l'ottava vittoria della stagione. Leclerc e Sainz fuori dal podio

Gran Premio d'Ungheria, Verstappen firma l'impresa. Altra domenica da dimenticare per la Ferrari

Un'altra domenica da dimenticare per la Ferrari. Al Gran Premio d'Ungheria non fa festa solo Max Verstappen, che parte dalla decima posizione ma mette a segno una fantastica rimonta che gli vale l'ottava vittoria della stagione. Stavolta infatti davanti alle Rosse si piazzano anche le due Mercedes, con Hamilton che centra la seconda piazza grazie ad un finale di gara indiavolato e Russell che, dopo la pole, deve accontentarsi del terzo gradino del podio, alle spalle del compagno di squadra.

E la Ferrari? Ancora una volta, a tradire la Rossa, è la strategia di gara. Sainz limita i danni classificandosi quarto, davanti a Perez e ad un delusissimo Charles Leclerc. Il monegasco dopo 30 giri è primo e ha il controllo delle operazioni ma, al giro 40, si ferma ai box ed è costretto a montare le gomme hard, dopo aver percorso due stint di gara con la mescola medium. Una scelta che non paga affatto, tanto che il ferrarista viene passato da Verstappen prima della mossa disperata del muretto Ferrari, che richiama il pilota ai box per montare le Soft ma non serve a nulla.

Ora la situazione in classifica mondiale si fa sempre più netta: Verstappen ha 258 punti, Leclerc 178. Il distacco sale quindi a 80 punti ma, a preoccupare, sono soprattutto le difficoltà crescenti che la scuderia sta attraversando, soprattutto nelle scelte nel corso della gara.