Genova, Vittorio Sgarbi: "Dovreste intitolare una via a Morricone, come sto facendo io a Sutri"

di Redazione

Il critico d'arte ,in visita in città per ammirare le bellezze dei palazzi genovesi, ha ricordato il grande compositore, scomparso questa notte

Il critico d'arte e parlamentare Vittorio Sgarbi, in visita ai palazzi dei Rolli di Genova, ha espresso commozione per la morte del maestro Ennio Morricone, scomparso questa notte nella sua casa di Roma all'età di 91 anni.

Il critico d'arte, che è anche sindaco del paese di Sutri, nel Lazio, ha parlato del maestro, uno degli italiani più famosi sulla scena artistica internazionale. "Ho già disposto l'intitolazione di una via di Sutri a Morricone, ho già iniziato la procedura per chiedere la deroga per dedicare una strada alle persone scomparse da meno di 10 anni", ha spiegato Sgarbi. "Dovrebbe farlo anche Genova". 

 Questa mattina Sgarbi ha visitato diversi palazzi dei Rolli, compresi quelli meno noti al grande pubblico, e Villa Croce a Carignano.

Durante il tour, a seguito della domanda della cronista, il celebre critico d'arte ha detto che accetterebbe l'incarico di presidente del Ducale, qualora Bizzarri lasciasse. Ha anche aggiunto che avrebbe dei progetti con al centro proprio palazzo Ducale, viste le sue competenze.