Genova, "Una villa al giorno": Villa Rossi a Sestri Ponente

di Anna Li Vigni

Qui dormì una notte in incognito la principessa Sissi, in cerca di un artigiano del marmo che le scolpisse un monumento funerario per il figlio morto

Genova, "Una villa al giorno": Villa Rossi a Sestri Ponente

Terzo appuntamento con le visite guidate organizzate da A.S.Ter per conoscere il patrimonio botanico delle più belle ville storiche genovesi.

La guida ufficiale in questa villa è Riccardo Albericci. Villa Rossi è una villa nobile che nel 1931 è stata venduta al comune di Genova con tutti i suoi tesori botanici.Si tratta di una villa monoblocco del seicento con un piano nobile e due terrazzi. 

La varietà delle palme durante i restauri di dieci anni fa, è stata impreziosita aggiungendo nuove specie. Le palme sembrano tutte uguali ma è dai dettagli che si comprende la differenza. Le palme con le bacche ad esempio, sono le livigstone. 

Enfatizzare la profondità del grande prato con punti di attrazione visiva come il tris di palme, è voluto dal paesaggista ed è un modo per catturare l'attenzione di chi osserva. Il paesaggista ha anche cercato di aprire lo sguardo verso il mare. Da qui infatti si vedono i cantieri della Fincantieri e uno scorcio di mare. Tutto questo ovviamente all'epoca non esisteva. 

"Il parco muta e noi abbiamo il compito di conservarlo", spiega Albericci. Con queste visite abbiamo la possibilità di spiegare molto. Per esempio che il Pino marittimo è in realtà il Pino domestico, prende la forma di un ombrello e serve per i pinoli. 

Villa Rossi è uno spazio verde molto vissuto dai Sestresi e da alunni e studenti che frequentano la villa.