Genova, un terzo degli interventi del 118 degli ultimi tre giorni causato dall'afa e dal caldo

di Edoardo Cozza

Gratarola, coordinatore dipartimento regionale Emergenza-Urgenza: "Tanti anziani, ma anche giovani che vanno a correre sotto il sole cocente"

Genova, un terzo degli interventi del 118 degli ultimi tre giorni causato dall'afa e dal caldo

"Da quando a Genova è scattato il bollino rosso per il caldo, fino a 80 interventi al giorno del 118, su una media di 250, sono per malori legati all'afa. Questo significa che sono il 30% delle chiamate". Lo afferma Angelo Gratarola, coordinatore del dipartimento interaziendale regionale di Emergenza-Urgenza.

"Si tratta prevalentemente di anziani sopra i 70 anni che escono nelle ore più calde, dalle 11 alle 15, per fare la spesa, che poi svengono alle fermate degli autobus - prosegue Gratarola - e arrivano disidratati nonostante tutti gli appelli a non uscire in quella fascia oraria e a bere. Ma ci sono anche più giovani che vanno a correre sotto il sole battente, ma di questi casi ne abbiamo avuti al massimo due al giorno"

"Per fortuna sono codici lievi ma questo significa gravare i pronto soccorso che sono già in affanno anche per il covid: arrivano pazienti con altre patologie che, anche se asintomatici, risultano positivi e deve così scattare l'isolamento con una complicazione della gestione. Bisogna capire che così non si potrà più lavorare come prima della pandemia. Il ministero della Salute dovrà affrontare questa problematica". Secondo le previsioni Arpal il caldo durerà ancora per giorni. "Per questo - conclude - ci aspettiamo ancora una settimana critica".