Genova, Torre Piloti bis: slitta ancora il processo, non arriva la chiavetta con i dati delle manovre

di Redazione

Udienza rinviata al 20 giugno. Un ufficiale della capitaneria trasporterà fisicamente la penna Usb da Roma a Genova per assicurarsi che arrivi a destinazione

Ancora un rinvio per il processo d'appello della torre Piloti bis che, dopo il via libera al supplemento di istruttoria, sta subendo una serie di rallentamenti tecnici. La chiavetta contenente i dati Ais (automatic identification system), relativi a tutte le manovre della Jolly Nero e della gemella Arancione compiute tra il 2010 e il 7 maggio 2013 nell'area del porto dove sorgeva la Torre piloti, non è arrivata in tempo per l'udienza di stamattina e potrebbe essere andata dispersa.

Per questo l'udienza è stata rinviata al prossimo 20 giugno e domani mattina un ufficiale della capitaneria incaricato dal perito del tribunale trasporterà fisicamente la penna Usb da Roma a Genova per assicurarsi che arrivi a destinazione. Così, dopo il ritardo nell'estrazione dei dati che aveva portato a un rinvio da inizio maggio a oggi, stamattina è arrivato il secondo stop che costringerà quasi certamente il tribunale ad arrivare a sentenza dopo l'estate.

Nel processo sulla costruzione sulla collocazione della torre Piloti in primo grado era stato condannato a tre anni l'ammiraglio Felicio Angrisano, ex comandante della Capitaneria di Porto di Genova. Oltre a lui erano state condannate altre sei persone tra ex progettisti, datori di lavoro e dirigenti che approvarono il progetto. Il pg Enrico Zucca, nella sua requisitoria in appello aveva chiesto un'assoluzione e alcune riduzioni di pena, per la prescrizione degli omicidi colposi non aggravati dal rapporto di lavoro.