Genova sotto una nuova luce: entro il 2022 tutti i lampioni saranno a led

di Marco Innocenti

Dal 1° agosto parte la sostituzione delle vecchie lampadine a incandescenza: 34 milioni d'investimento per un risparmio di 6,9 milioni l'anno

Genova sotto una nuova luce: entro il 2022 tutti i lampioni saranno a led

Saranno 55600 i punti luce che il Comune di Genova rinnoverà entro la metà del 2022. L'operazione, che prenderà il via il 1° agosto, è stata annunciata dagli assessori Pietro Piciocchi e Matteo Campora, insieme al presidente di Aster Enrico Vergani e ad Alessandro Visentin, l'ad di City Green Light, l'azienda scelta attraverso la piattaforma Consip per l'esecuzione dei lavori e la fornitura dei servizi sulla rete così rinnovata.

Un'investimento di 34 milioni di euro per la sostituzione di tutte le attuali lampadine a incandescenza con sistemi di illuminazione a led, oltre che per la sostituzione dei pali più vecchi e la verniciatura di quelli che lo richiedono. I lavori partiranno come detto il 1° agosto secondo una mappa della città predisposta per limitare al massimo i disagi ai cittadini in termini di viabilità, con i relativi piccoli cantieri che saranno distribuiti in modo oculato.

Il progetto prevede anche un intervento di rinnovamento completo dell'illuminazione stradale in Soprelevata, con la sostituzione di tutti gli impianti attuali con altri più efficienti e green. Altro punto focale sarà l'intervento sul Centro Storico, con l'installazione di fonti luminose di nuova generazione anche nelle zone più "sensibili" dal punto di vista del controllo del territorio. Tutti i nuovi impianti, infatti, anche quelli nel resto della città, saranno di tipo "smart", capaci cioé non solo di dialogare ed essere comandati a distanza secondo le esigenze specifiche, ma anche di offrire servizi quali wi-fi, controllo dei flussi di traffico o dell'inquinamento.

"Eravamo da anni in attesa di lanciare un progetto così ambizioso - afferma l'assesore ai lavori pubblici Pietro Piciocchi - e finalmente siamo riusciti a farlo. Andremo a riqualificare tutti i punti luce della città con un risparmio importante per il Comune. Le nuove lampade a led, poi, garantiranno un'illuminazione più efficiente e questo ci aiuterà anche dal punto di vista della sicurezza".

"Si tratta di un piano che segna un punto di svolta - gli fa eco l'assessore Campora - che la città aspettava da tempo. Ora Genova avrà finalmente più illuminazione ed una maggiore efficienza energetica".

I nuovi impianti, infatti, permetteranno di immettere in atmosfera qualcosa come 14mila tonnellate di Co2 in meno rispetto ai sistemi attualmente in uso, garantendo peraltro al Comune un risparmio di 6,9 milioni di euro all'anno sul costo dell'energia elettrica per l'illuminazione pubblica.