Alluvione Genova 2011, dieci anni di dolore. Tutte le celebrazioni ufficiali. Telenord in diretta

di Matteo Angeli

Il ricordo in piazza Galileo Ferraris. Poi autorità e parenti delle vittime si sposteranno all’incrocio tra corso Sardegna e corso De Stefanis

Dieci anni Genova finiva sott'acqua. Un giornata drammatica nella quale persero la vita sei persone. Oggi le celebrazioni ufficiali che Telenord trasmetterà in diretta a partire dalle 10 durante il suo consueto Live del mattino.

Le celebrazioni inizieranno alle ore 10 in piazza Galileo Ferraris 4, accanto al monumento commemorativo, con un evento organizzato dall’Istituto Comprensivo Statale “Marassi” al quale interverranno il sindaco Marco Bucci, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, la consigliera della Città Metropolitana di Genova Laura Repetto, il presidente del Municipio III Bassa Val Bisagno Massimo Ferrante, il console onorario dell’Albania Giuseppe Durazzo e rappresentanti delle istituzioni insieme al comitato Parenti delle Vittime, la dirigente scolastica Maria Orestina Onofri ed ex-compagne di classe di Gioia Djala che quel giorno perse la vita.
Un albero di ulivo sarà poi piantato all’interno del cortile della scuola.

Alle 10.30 autorità e parenti delle vittime si sposteranno all’incrocio tra corso Sardegna e corso De Stefanis dove, nei pressi della targa commemorativa, verranno deposte corone e fiori e sarà osservato un minuto di silenzio.

Le cerimonie si concluderanno alle 10.45 a Borgo Incrociati, all’incrocio con piazza Giambattista Raggi prima delle gallerie, con la deposizione di una corona seguita da un minuto di silenzio in memoria di Antonio Campanella vittima dell’alluvione dell’ottobre 2014.

Per consentire lo svolgimento delle manifestazioni, dalle ore 8 alle 13, in piazza Galileo Ferraris saranno istituiti il divieto di circolazione e il divieto di sosta.

Anche l'Ordine Geologi della Liguria, SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale) Liguria e gli studenti del Corso di Studio in Scienze Geologiche dell’Università di Genova, percorreranno la valle del Fereggiano, sui luoghi più significativi dell’alluvione.

«Saremo nei luoghi dell’alluvione, mostrando alla stampa tutti i dettagli geologici - spiega Guido Paliaga, presidente della Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA) della Liguria - Partiremo alle ore 9.30 dalla zona alta di Genova, quella collinare, esattamente Piazzetta Pedegoli, con un briefing stampa e proseguiremo fino all’imbocco dello scolmatore, terminando alla confluenza con il Torrente Bisagno ed anche questo luogo è particolarmente significativo per capire l’alluvione del 4 Novembre del 2011 che registrò ben sei morti».