Condividi:


Genova, proposta al ministero per ricevere 88 milioni dal PINQuA: il progetto

di Gregorio Spigno

L'assessore Piciocchi: "Gettato il cuore oltre l'ostacolo, siamo ottimisti. Potrebbe essere la svolta per il centro storico"

88 milioni di euro destinati a 19 progetti per la rigenerazione urbana del Piano integrato Caruggi.

Nella mattinata di oggi è stata presentata la proposta, elaborata dal Comune di Genova, nell'ambito del PINQUA (Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell'Abitare). 

I progetti si inseriscono in un ambito di 95 ettari di contesto urbanistico, tra municipio Centro-Est, Prè, Molo e Maddalena.

L'obiettivo è incrementare e riqualificare cinque importanti ambiti: verde, spazi urbani, percorsi accessibili e sicuri, spazi sociali e culturali, abitare sociale.

"Un investimento importante - ha commentato l'assessore Piciocchi - che non viaggia sul canale del Recovery. Abbiamo gettato il cuore oltre l'ostacolo: il nostro è un progetto da 85 milioni, molto ambizioso, che intercetta tutte le linee del bando. Cala sul progetto centro storico e speriamo venga approvato dal Ministero, siamo ottimisti. Potrebbe dare la svolta al centro storico".

Presente anche l'assessore al commercio Paola Bordilli: "Prima si era lavorato nella zona di Prè, ora lavoriamo su tutta la zona del centro storico, anche sul corollario. Una visione anche più strategica. E' importante sottolineare come si è lavorato: uffici comunali tutti in una forte sinergia".

"Si tratta del primo vero esempio di riqualificazione urbana a Genova - ha aggiunto Simonetta Cenci, assessore all'urbanistica e ai progetti di riqualificazione -. La cosa importante è che rappresenta l'esito di un paio d'anni di lavoro importante, fatto con l'Ordine degli Architetti e l'Università. A livello urbanistico cambia proprio la modalità di vivere il centro storico, finalmente avremo tanti punti rigenerati e recuperati che saranno oggetto di un piano strategico unico".