Genova. Pongiglione a Telenord: "Differenziata e biometano, la nuova era di Amiu"

di Redazione

Ospite della Diretta Live, il presidente ha fatto il punto delle tante iniziative in corso, con una particolare soddisfazione per la produzione di gas di Scarpino

Genova. Pongiglione a Telenord: "Differenziata e biometano, la nuova era di Amiu"

Ospite della Diretta Live di Telenord, il presidente di Amiu Pietro Pongiglione ha fatto il punto della situazione della raccolta dei rifiuti a Genova, avviata a una fase tutta nuova. "Abbiamo cominciato in Valbisagno e Struppa una fase complessa. L'intenzione è di ridisegnare il sistema della raccolta con un criterio rivoluzioniario. Avremo ancora i cassonetti per le strade, ma pensati in maniera completamente diversa. Avranno un aspetto simile, ma aperture diverse per ogni tipo di rifiuto, in modo che sia chiaro cosa conferire e cosa no. Verrà consegnata una tessera a tutti gli utenti che vi potranno portare i loro rifiuti. Lo ripeto, un'apertura per le bottiglie e solo per quelle, uno per l'indifferenziato, è così via".

Non si tratta ovviamente dell'unica novità apportata di recente da Amiu. "Ormai è consolidato il successo degli Ecopunti nel Centro Storico, dove l'obiettivo è eliminare dalla strada i cassonetti per chiuderli in uno spazio accessibile agli aventi diritto. Anche qui, la fruizione avviene attraverso una tessera, e tutto viene controllato dalle telecamere per scoraggiare usi improprii. I risultati sono evidenti, visto che il Centro Storico è ora la zona dove la raccolta differenziata è più alta. Gli abitantu hanno capito e penso che siano contenti di vedere più pulizia attorno a loro. Anche per gli operatori, ovviamente, il sistema presenta notevoli vantaggio".

Il resto, ovviamente, lo deve fare il cittadino, con una maggiore educazione civivca. "Questo è indubbio. Da parte nostra abbiamo avviato campagne di informazione attraverso i nostri canali, ma se non ci fosse la collaborazione dei cittadini sarebbe tutto vano. E non possiamo permettercelo, a costo magari sdi immaginare sanzioni che possano indurre tutti a collaborare".

Un accordo importante è stato quello con la numerosa comunità ecuadoriana di Genova. "Parliamo di trentamila persone, come due quartieri della città. La campagna di sensibilizzazione è in corso, e noi siamo aperti per ogni consiglio, per ogni caso particolare".

Un'altra iniziativa di successo è quella di Plastipremi. "Sì, ci sono 14 punti di raccolta non solo per la plastica e contenitori ma ora - novità in Italia - anche per i tetrapack. Questo è il classico esempio di cosa possa fare un po' di buona volonta; ci sono stati circa 200.000 euro distribuiti un segnale importante".

Notizia fresca quella che dall'impianto di biometano di Scarpino arrivano i primi confortanti risultati proprio mentre il mondo è investito dalla crisi del gas. "Abbiamo prodotto 3.5 milioni di tonnellate, che permettono di coprire il fabbisogno di 2.400 famiglie. A pieno regime arriveremo a 5 milioni di tonnellate. Un altro segnale, certo non risoluticvo. Di sicuro, ci sono  rifiuti dai quali si può ricavare un ritorno economico da spendere per smaltire quei rifiuti che non possono essere riciclati. Poi, lo ripetom una parte importante la fa la buona volontà dei cittadini"