Tags:

Genova amiu

Genova, ecco "AmiuGo" il nuovo gioco per diffondere l'educazione ambientale

di Redazione

Il comune: "Con questo videogioco le nuove generazioni impareranno a fare una raccolta differenziata… da 10 e lode"

Genova, ecco "AmiuGo" il nuovo gioco per diffondere l'educazione ambientale

AMIU GO!” è la novità 2022 dell’edizione del progetto di educazione ambientale AMIU “Differenziata 10 e lode”.  Si tratta di un nuovo videogioco - scaricabile tramite app da Google Play o App Store - che permette ai più giovani di imparare, giocando, importanti ‘segreti’ e informazioni su sostenibilità, cultura ambientale e raccolta differenziata.

Un percorso originale che si trasformerà in un torneo virtuale tra scuole: una sfida tra divertimento e conoscenza che ha tra i suoi obiettivi di invitare, non solo gli studenti, ma in generale tutti i cittadini a fare la raccolta differenziata e a ridurre i rifiuti attraverso il riuso.  

 E se i più piccoli potranno giocare anche con mamma e papà, i più grandi potranno coinvolgere altri studenti, amici, parenti e genitori.

 «Trovo semplicemente geniale – dichiara l’assessore all’ambiente del Comune di Genova Matteo Campora – l’idea di coniugare educazione ambientale e gaming. Con questo videogioco le nuove generazioni, che già di loro sono molto sensibili alle tematiche della tutela ambientale e della sostenibilità in tutte le sue declinazioni, impareranno a fare una raccolta differenziata… da 10 e lode. Il tutto coinvolgendo le scuole, un presidio fondamentale di socialità e cultura che ci aiuterà, anche attraverso un appassionante e divertente torneo, a fornire ai nostri giovani una solida formazione ambientale, in linea con le altre numerose iniziative portate avanti in questi anni da Amiu».

Il gioco è caratterizzato da una modalità ‘casual’ – quindi con un regolamento molto semplice – per cui i giocatori dovranno rispondere a delle domande passando con un camioncino da una corsia all’altra per riuscire a fare il loro punteggio migliore con il vero fine di imparare, anche nella vita reale, a differenziare correttamente i propri rifiuti. 

 La app è pensata per tutti gli studenti delle scuole primarie, secondarie di I e II grado avendo lo scopo principale di sensibilizzare i più giovani sui temi legati alla raccolta differenziata offrendo ai docenti uno strumento didattico innovativo.

 Aggiunge Pietro Pongiglione, Presidente AMIU Genova: «Riprendere a pieno regime il nostro percorso di educazione ambientale dopo lo stop dovuto al periodo pandemico ci rende particolarmente fiduciosi e soddisfatti. Per ottenere sempre più risultati, dobbiamo coinvolgere il e a tutti i livelli, i nostri cittadini sia quelli di oggi, sia quelli di domani. Le giovani generazioni sono da sempre le più sensibili, attente e preparate sull’educazione ambientale e su tutto quanto vuol dire la sostenibilità anche nei gesti di tutti i giorni".