Genova, manomette il tachigrafo del tir per guidare più ore del consentito: scoperto

di Alessandro Bacci

Gli agenti hanno sanzionato l'autista e ritirato la patente. Multa anche per l'officina che aveva effettuato l'ultima calibrazione del tachigrafo

Genova, manomette il tachigrafo del tir per guidare più ore del consentito: scoperto

La polizia stradale ha denunciato un conducente di un mezzo pesante che viaggiava con il tachigrafo manomesso. L'uomo è stato fermato il 6 ottobre in A12, la Genova - Rosignano. Gli agenti hanno notato alcune anomalie allo strumento e hanno approfondito il controllo. A quel punto hanno scoperto un congegno elettronico lungo la linea elettrica del tachigrafo, attivato da un telecomando occultato nel cruscotto della cabina, che permetteva all'autista di accendere e spegnere il tachigrafo a sua discrezione.

In particolare l'autista, grazie al telecomando, "bloccava" il tachigrafo in modo che sembrasse che il veicolo fosse fermo (in pausa), quando invece stava viaggiando. Questo gli permetteva di poter guidare per molte più ore rispetto a quelle consentite. Gli agenti hanno sanzionato l'autista e ritirato la patente ma anche il titolare dell'officina che aveva effettuato l'ultima calibrazione del tachigrafo.