Genova, i ragazzi del Gobetti incontrano i professionisti della blue economy

di Edoardo Cozza

Iniziativa organizzata nell'ambito delle attività del Blue District dall'assessore allo sviluppo economico portuale del Comune di Genova Maresca

Genova, i ragazzi del Gobetti incontrano i professionisti della blue economy

Conoscere le professioni della blue economy attraverso l’esperienza di chi ogni giorno lavora nell’ambito della portualità. Questo l’obiettivo dell’incontro, organizzato lunedì dall’assessore allo sviluppo economico portuale e logistico del Comune di Genova Francesco Maresca nell’ambito delle attività del Blue Distric. In collegamento dalle proprie aule, i ragazzi dell’ultimo anno del Liceo Gobetti hanno assistito a una ‘lezione’ sulle tante professioni legate al mare da alcuni docenti d’eccezione: lgnazio Messina, amministratore delegato dell’omonimo gruppo armatoriale; Guido Barbazza; manager del Gruppo Wartsila, Luca Spallarossa, componente del cda di Spediporto; Eugenio Massolo, presidente della Fondazione Accademia italiana della marina mercantile.

«Far conoscere ai più giovani il variegato mondo delle professioni del mare è tra le mission del Blue district – spiega l’assessore Maresca – com’è stato ricordato, ancora molti studenti genovesi e quindi le loro famiglie non hanno ben chiare le enormi potenzialità della blue economy: basti pensare che circa la metà dei ragazzi iscritti all’Accademia della marina mercantile vengono da fuori regione. La portualità e tutte le professioni che ruotano intorno all’economia del mare sono la più grande industria della nostra città, della Liguria e del nostro Paese che, con 8mila chilometri di coste, è quasi interamente affacciato sul mare. Con il Blue district abbiamo voluto creare una casa delle professioni del mare, uno spazio per mettere in rete le esperienze e promuovere la Blue economy come motore non solo della nostra economia, ma anche della trasmissione della nostra storia e dei nostri valori di comunità».