Genova, ecco a chi andranno le dosi giornaliere di vaccino ‘avanzate’ al San Martino

di Alessandro Bacci

Pazienti ultra vulnerabili in trattamento, over 80 già prenotati e dipendenti delle ditte di appalto le categorie prioritarie

Genova, ecco a chi andranno le dosi giornaliere di vaccino ‘avanzate’ al San Martino

L'ospedale Policlinico San Martino di Genova stima che le dosi residue di vaccini contro il covid a fine giornata non supereranno il numero di 5 unità. Perché non vengano sprecati comunica che adotterà i seguenti criteri di arruolamento: pazienti estremamente vulnerabili già in trattamento presso il Policlinico, pazienti over 80 prenotati dal Cup presso gli ambulatori vaccinali del Policlinico, dipendenti di ditte in appalto che prestano servizio all'interno della nostra struttura.

Il San Martino ricorda in particolare l'ordinanza del commissario straordinario per l'Emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, che ha disposto che le dosi di vaccino eventualmente residue a fine giornata, qualora non conservabili, siano eccezionalmente somministrate, per ottimizzarne l'impiego evitando sprechi, in favore di soggetti comunque disponibili al momento, secondo l'ordine di priorità individuato dal piano nazionale e successive raccomandazioni.