Genova, donati gli organi del 60enne investito nella galleria fra Brignole e Principe

di Matteo Angeli

Ieri era stata dichiarata la morte cerebrale dell'uomo: ora 3 persone continueranno a vivere grazie alla decisione dei suoi familiari

Genova, donati gli organi del 60enne investito nella galleria fra Brignole e Principe

Un gesto di umanità, di altruismo, anche nel mezzo di una tragedia che all'apparenza potrebbe non lasciare spazio alla vita. Dopo che ieri era stata dichiarata la morte cerebrale del 60enne travolto da un treno lunedì scorso nella galleria ferroviaria fra Principe e Brignole, i familiari dell'uomo hanno infatti acconsentito alla donazione degli organi.

Gli specialisti del centro trapianti di Genova hanno già proceduto all'espianto di fegato e reni e così, grazie a quest'ultimo gesto speciale, tre persone gravemente ammalate potranno continuare a vivere. Uno dei due reni e il fegato sono stati trapiantati in due pazienti qui a Genovamentre il secondo rene e partito alla volta di Udine, grazie alla collaborazione della polizia stradale che ha organizzato la staffetta per il viaggio.