Autostrade Genova, 9 km di coda in A26: distribuita acqua agli automobilisti

di Redazione

Fra Ovada e Masone scene d'isteria fra i viaggiatori intrappolati nel traffico: "Basta!"

Ancora una giornata catastrofica sulle autostrade liguri: dalle otto di stamane e sino a pochi minuti fa l'intero nodo autostradale della regione è apparso al collasso.

Le ultime notizie segnalano un'emergenza sulla A26 che da Ovada arriva a Masone, dal Piemonte alla Liguria della Valle Stura: lì si sono formate code per nove chilometri, poi scesi a otto, che hanno costretto la polizia stradale e il personale delle autostrade a consegnare bottiglie d'acqua agli automobilisti intrappolati sotto il sole. Non sono mancate le scene di isteria, con viaggiatori infuriati.

Ben  quattro km di code anche sulla A7 che scende da Milano a Bolzaneto dove l'autostrada si ferma per un cantiere nella galleria Zella (a Rivarolo).

Tre invece i chilometri di vetture ferme sulla A10 fra Voltri e Arenzano.  Altrettanti chilometri di rallentamenti sono segnalati sulla A10 verso la Francia tra Savona e Albisola.

Rallentamenti a tratti invece sulle altre tratte genovesi: fra Aeroporto ed Arenzano e nel senso oposto, fra Pra' e Genova Aeroporto, dove si sono formati due chilonetri di coda.

 Pesanti le ripercussioni in città con serpentoni di tir e macchine incolonnate per cercare una uscita disponibile. Code anche nell'entroterra, lungo le provincial: dalla Valtrebbia alla Val Fontabuona.

 

(Nel video agenti della polizia stradale al lavoro oggi al casello di Bolzaneto sulla A7)