Genoa-Wacker Innsbruck 7-0: Super Pinamonti. Gumus, che sorpresa

di Redazione

Andreazzoli rimescola le carte ma il risultato non cambia: ancora una tripletta per l'attaccante ex-Inter

Genoa-Wacker Innsbruck 7-0: Super Pinamonti. Gumus, che sorpresa

Si era preso la prima pagina solo pochi giorni fa, con una tripletta all'esordio con la maglia del Genoa contro i dilettanti dello Stubai ed anche stavolta, pur partendo dalla panchina, Andrea Pinamonti non perdona. Contro la squadra B del Wacker Innsbruck arriva ancora una tripletta, la seconda consecutiva, che fa sognare tutti i tifosi rossoblù. E pensare che mister Andreazzoli all'inizio aveva anche provato a rimescolare un po' le carte rispetto alla prima uscita, inserendo l'esordienti El Yamiq in difesa accanto a Zukanovic e Biraschi (con tanto di fascia da capitano), Pandev ancora nel ruolo di regista, con Hiljemark e Lerager accanto, Romulo e Barreca sugli esterni, Favilli e Sanabria nel duo d'attacco.

Pronti, via e Lerager colpisce il palo con un buon tiro dalla destra. Il vantaggio del Grifone arriva al 12' quando Favilli corregge di testa un cross dell'ottimo rientrante Hiljemark. Ancora lo svedese protagonista al 26': colpo di tacco a smarcare Barreca, cross in mezzo e colpo di testa in tuffo di Sanabria che raddoppia per il Genoa. Hiljemark però ha poca benzina nel serbatoio dopo il lungo infortunio e alla mezz'ora la sua gara finisce, fra gli applausi. Fuori anche Favilli, rilevato da Kouamé. Prima del riposo, c'è ancora tempo per il palo di Kouamé, su lancio delizioso di un Pandev che lo pesca tutto solo in area di rigore.

Nella ripresa, girandola di cambi. Fra i pali va Marchetti, la difesa si schiera con Criscito, Romero e Rizzo, a centrocampo Radovanovic si schiera davanti alla difesa, insieme a Jagiello, con Jaroszynski e Ghiglione ai lati. Gumus finisce alle spalle dei due attaccanti, Kouamé e Pinamonti. Bastano appena due minuti all'ex attaccante dell'Inter per timbrare il cartellino. Assist di Gumus e palla in rete per il 3-0 rossoblù. Al 56' altro lampo di classe di Pinamonti: su cross di Ghiglione, prova la rovesciata volante ma la mira è leggermente troppo alta e la palla finisce sul fondo. Il poker arriva su un'azione in puro Andreazzoli-style: palla a tagliare il campo in diagonale di Criscito per Ghiglione, tocco centrale verso Kouamé, velo dell'ivoriano per Pinamonti che, di prima, mette Gumus solo davanti al portiere. Tocco morbido e palla in rete.

Al 63' scatta però l'ora di Super Pinamonti. Prima segna il 5-0 su assist di Ghiglione, poi sette minuti dopo insacca da due passi dopo la torre perfetta di Kouamé. A chiudere il sipario, con il gol del definitivo 7-0, ci pensa Gumus, che mette così la seconda ciliegina di giornata sulla sua gara d'esordio. Ancora segnali di crescita da parte del Grifone, insomma. Ma i sogni dei tifosi poggiano tutti su Andrea Pinamonti. Che il fantasma di un certo Piatek cominci forse davvero a sbiadire? Chissà, intanto sabato si alza ancora un po' l'asticella, si scende in campo contro il Lione.