Genoa, Sturaro: "Il gol sotto la Nord? Il premio per 11 mesi di sacrifici"

di Redazione

Il centrocampista presente al triangolare giovanile al "Ciccio Ozenda" a Ospedaletti

C'era anche il centrocampista del Genoa, Stefano Sturaro, sul campo del "Ciccio Ozenda" per il triangolare che oggi ha visto scendere in campo tre squadre della cantera rossoblù contro i pari età dell'Ospedaletti, società la cui prima squadra milita nel campionato di Promozione, che guida con autorevolezza fin dall'inizio della stagione.

Sturaro, infatti, è da tempo vicino alla società orange, nelle vesti di "patron", avendo garantito il suo appoggio al progetto di rinascita e di ripartenza grazie al quale oggi l'Ospedaletti può contare su un impianto completamente rifatto. E così, dopo aver spiegato la vicinanza e la collaborazione sempre più stretta fra Ospedaletti e Genoa, impossibile non tornare sul gol contro la Juventus, arrivato al debutto in rossoblù, dopo undici mesi di calvario e di sacrifici. Un gol ed un'emozione che, però, ripagano di tutto il lavoro fatto.