Condividi:


Genoa, Radovanovic: "Se ti vuoi salvare, non puoi avere questi blackout"

di Redazione

"Purtroppo andiamo sempre in svantaggio. Dobbiamo riuscire a segnare per primi"

Un Genoa che esce dal Mapei Stadium dopo essere stato condannato da una mezz'ora di blackout a inizio ripresa. A presentarsi ai microfoni dei colleghi di Radio Nostalgia, al termine del match, è Ivan Radovanovic: "Non deve succedere - dice il centrocampista rossoblù - Specialmente dopo un grande primo tempo come quello che abbiamo fatto. Poi non siamo scesi in campo nella ripresa ma se ti vuoi salvare, questo non può succedere. Ci prendiamo tutte le responsabilità di questa situazione ma adesso recuperiamo le energie perché abbiamo due partite in cui tutto dipende da noi".

Anche stavolta, però, il Genoa non ha sfruttato le occasioni create. "Nelle ultime partite siamo andati sempre in svantaggio - aggiunge - e in Serie A è dura poi recuperare. Quando devi vincere, devi segnare per primo perché al minimo errore paghi, un po' com'è successo oggi. Ripeto però, noi siamo consapevoli della situazione, ci siamo complicati la vita da soli e dobbiamo uscirne da uomini, tirando fuori tutto quello che abbiamo. Noi e la società siamo tutti insieme. Anzi, faccio un invito ai nostri tifosi perché sabato abbiamo bisogno anche di loro".

Quella contro il Cagliari, adesso diventa una partita a dir poco decisiva per il futuro del Genoa. Prima però c'è da sperare che l'Empoli non batta la Samp. Radovanovic però predica calma e sangue freddo. "Anche se domani l'Empoli vincesse - dice - abbiamo ancora un punto in più. Poi contro il Cagliari non sarà una partita da vita o morte, abbiamo anche quella contro la Fiorentina e potremo anche vincere quella. Io ormai ci sono passato tante volte in queste situazioni: serve solo stare tranquilli e uniti".