Condividi:


Genoa, Maran: "In un momento così, tre punti sarebbero stati straordinari"

di Marco Innocenti

"Sembra che ogni volta ci sia qualcosa che ci debba mortificare ma i ragazzi stanno lavorando bene"

E' un Rolando Maran molto amareggiato quello che si presenta ai microfoni di Sky Sport al termine del rocambolesco pareggio contro la Fiorentina. "Erano tre punti che in questo momento sarebbero stati straordinari - ha detto Maran - In un momento così, trovare una vittoria in una gara così complicata e poi vederla sfumare ci lascia tanta amarezza, perché abbiamo avuto l'occasione di chiuderla e poi, un minuto dopo la fine del recupero, l'abbiamo vista sfumare. Sembra che ogni volta ci sia qualcosa che ci debba mortificare. Noi dobbiamo fare qualcosa in più, lo sappiamo, perché nei singoli episodi non abbiamo la buona sorte. Vedi svanire la vittoria in quel modo là, prendendo goal su un'azione disperata e dispiace molto. Avevamo bisogno di una soddisfazione che per atteggiamento e temperamento ci siamo andati a cercare fin dall'inizio. I ragazzi hanno avuto anche troppa generosità. E' un momento nel quale serve essere lucidi e non commettere errori".

Protagonista, senza dubbio, Pjaca: "Era rientrato bene dopo il covid - ha commentato Maran - ma si è fatto male e ora è in un momento in cui sta crescendo di condizione. Ha dei gran colpi ma anche Destro si è fatto trovare pronto. Tutti questi ragazzi stanno crescendo, hanno solo bisogno di quella fiducia necessaria per uscirne. Vincendo avevi un morale diverso e potevi lavorare in settimana con uno spirito diverso ma portiamo a casa buone cose per mettere le basi. Fra un tempo e l'altro avevo chiesto alle due punte di stare più vicine perché non riuscivano a fare reparto. Pjaca è entrato bene perché in quelle giocate è molto bravo. Deve solo ritrovare il campo e la condizione".

"Io non voglio parlare troppo del covid ma noi abbiamo avuto 18 contagi. Ho parlato a tutta la squadra insieme solo due settimane fa. Per noi è un nuovo inizio ma secondo me questa attenzione nel far le cose è proprio perché siamo consapevoli che dobbiamo toglierci subito da questa classifica, costruendo anche su prestazioni come quella di stasera".