Genoa e Toro si addormentano: lo 0-0 è un pari senza emozioni

di Marco Innocenti

L'unica fiammata su un tiro dalla distanza di Zappacosta ma la palla centra la base del palo

Genoa e Toro si addormentano: lo 0-0 è un pari senza emozioni

Un pareggio noioso, a tratti quasi soporifero, quello che premia Torino e Genoa con un punticino a testa. Nel primo tempo, un solo tiro nello specchio della porta ma la prima occasione se la crea Belotti che sorprende Radovanovic, gli scippa la palla e s'invola verso la porta di Perin ma Goldaniga fa una diagonale perfetta e chiude in extremis. La risposta del Genoa arriva a pochi minuti dalla fine, con Czyborra che si ritrova il pallone fra i piedi e calcia ma trova la respinta con i piedi da parte di Sirigu. Poco, troppo poco per rompere l'equilibrio.

Nella ripresa, sembra che i motori si siano scaldati un po' ma è solo un'impressione. L'unica vera emozione la regala Zappacosta con un destro dalla lunga distanza. Sirigu non ci arriva ma la palla va a sbattere sulla base del palo. Nel finale di gara poi un contropiede del Genoa si chiude con Pjaca che, di testa, appoggia debolmente fra le braccia di Sirigu. E' l'ultima mezza emozione di una gara che, di fatto, non è mai decollata veramente. Il punticino va certo meglio al Genoa che al Toro, che non riesce a cambiare marcia nonostante il cambio di allenatore. Per Ballardini almeno c'è la consolazione di aver tenuto ancora inviolata la porta di Perin, per la quarta volta nelle ultime 5 giornate.