Genoa, Blessin: "Salvezza? Crederci finché la matematica non ci condanna"

di Marco Innocenti

"Con un pizzico di fortuna, potevamo vincere ma accettiamo il risultato e la buona prestazione messa in campo. I tifosi? Da pelle d'oca"

Genoa, Blessin: "Salvezza? Crederci finché la matematica non ci condanna"

Un altro pareggio, un altro punticino che smuove la classifica e poco altro per il Genoa di Alexander Blessin. Il tecnico ha sicuramente avuto il grande merito di rivitalizzare il gioco e la testa del Grifone ma ad oggi, vista la situazione di classifica, quello che conta sono solo i punti: 4 in altrettante sfide di campionato, 2 in più del fanalino di coda Salernitana ma ben 6 in meno di Cagliari e Venezia. "Dopo la partita sono andato dai nostri tifosi per ringraziarli del supporto che ci hanno dato - ha detto Blessin ai microfoni di Dazn a fine gara - Mi è venuta la pelle d'oca nel vederli cantare in quel modo. Sarebbe servito un pizzico di fortuna in più per evitare il pareggio oggi, ma abbiamo fatto una buona prestazione. Abbiamo sbagliato qualcosa sulle seconde palle nel primo tempo, ma ho visto una buona mentalità soprattutto negli ultimi venti minuti. Nell'occasione di Yeboah, pensavo il pallone stesse entrando...".

"È il quarto pareggio - - rileva anche il tecnico - accettiamo il risultato, dobbiamo continuare a lavorare duramente. La salvezza? Fin quando l'aritmetica non ci condanna, noi dobbiamo crederci perché in questo campionato tutte le squadre possono vincere tutte le partite in cui partono sfavorite".