Gelmini (Forza Italia) a Telenord: “Sulla scuola il governo ha commesso troppi errori”

di Antonella Ginocchio

Per l’ex ministro all’istruzione la scuola riaprirà soprattutto grazie “alla dedizione di insegnanti e personale tecnico”

Mariastella Gelmini, ex ministra all’istruzione ed attuale  capogruppo alla camera di Forza Italia, in Liguria per sostenere la campagna elettorale del suo schieramento, negli studi di Telenord ha parlato della ripresa scolastica, sottolineando l’importanza  del ritorno sui banchi. “Purtroppo il governo ha commesso molti errori”, ha detto il parlamentare forzista: “Per ragioni ideologiche non si sono voluti  favorire patti tra la scuola statale e quella paritaria che avrebbero consentito l’utilizzo di ulteriori spazi, utili per garantire il distanziamento sociale”, ha detto, aggiungendo: “Inoltre noi avremmo voluto prevedere l’obbligatorietà dei test e l’utilizzo del termo scanner prima dell’inizio delle lezioni”. La parlamentare ha anche lamentato il fatto che non sono stato fatti i concorsi per insegnanti  in tempo  utile per garantire la copertura delle cattedre.

L’ex ministra si è comunque detta convinta del fatto  che alla fine la scuola riuscirà ai ripartire soprattutto “Grazie alla dedizione di insegnanti e personale tecnico”. Gelmini ha quindi invitato le famiglie ”A non comunicare ansia ai ragazzi”. Ha spiegato: “Dobbiamo prestare attenzione, usare le giuste precauzioni per contrastare il virus e non abbassare la guardia, ma non  dobbiamo rinunciare a vivere. Bisogna andare avanti mantenendo il sorriso e la fiducia nel futuro”

La capogruppo si è poi soffermata sulle elezioni liguri, sottolineando che in Liguria  il centrodestra  “Ha già vinto la sua sfida del buon governo”

La parlamentare ha quindi ribadito l’importanza dell’unione, in questa corsa elettorale,  tra Forza Italia, Liguria Popolare e la formazione Polis che fa caso a Claudio Scajola, sindaco di Imperia ed uno dei fondatori di Forza Italia, partito dal quale è successivamente uscito.  E come spesso ha evidenziato anche lo stesso Scajola, Gelmini ha ribadito che si sta attuando una sorta di “esperimento” per riunire le varie anime dei moderati , che potrebbe avere respiro nazionale.