Condividi:


Fercam, la sfida dei servizi logistici all'insegna della sicurezza

di Redazione

Circa 17mila scuole italiane ricevono il gel disinfettante grazie all'impegno dell'operatore logistico altoatesino

 In collaborazione con Versalis, l’azienda chimica di Eni, l’operatore logistico altoatesino FERCAM garantisce giornalmente la distribuzione di gel disinfettante a circa 17.000 istituti scolastici statali e paritari distribuiti su tutto il territorio nazionale. FERCAM preleva la merce dall’impianto di produzione per inoltrarla verso i suoi Hub a Carpiano e Caorso, dove viene smistata ed inoltrata a destino; ogni spedizione è composta da mediamente 6 colli da 12 flaconi ciascuno, per un peso complessivo di 40kg. Giornalmente partono tra le 2.000 e le 3.000 consegne dirette ad istituti scolastici di ogni ordine e grado, distribuiti su tutta la penisola.

La sfida in questa commessa è riuscire a garantire la flessibilità operativa, mantenendo l’assoluta affidabilità del servizio in questo periodo storico senza precedenti: basti pensare ai repentini cambiamenti delle nostre abitudini personali e professionali, dipese dai cambi di colore imposti alle regioni, e addirittura alle singole province o comuni all’interno delle regioni stesse. 

Come funziona l'organizzazione del lavoro? Lo spiega Giovanni Andrioli, Head of Sales Logistics & Key Account Management Distribution, e responsabile del progetto: “La maggiore difficoltà per noi e per il cliente è l’impossibilità di avere un programma settimanale affidabile, a causa dei cambi repentini di colore che il territorio subisce anche giornalmente, quindi dobbiamo costantemente ed in modo congiunto adattare la programmazione e organizzare la nostra struttura distributiva nel rispetto delle esigenze della rete scolastica, garantendo un servizio eccellente in termini di tempistiche di consegna. Il venerdì, quando gli organi governativi nazionali, e regionali/locali, comunicano i colori attribuiti alle varie zone, per noi inizia un lavoro importantissimo di pianificazione e riorganizzazione immediata della rete, per servire l’indomani gli istituti in accordo con le aperture e chiusure degli stessi”.