Condividi:


Entella sconfitta 2-1 dal Chievo in trasferta, Vivarini: "Dovevamo fare di più"

di Maria Grazia Barile

La trasferta di Verona interrompe la serie positiva delle ultime tre giornate

Dopo tre vittorie consecutive si ferma al Bentegodi la corsa dell’Entella. I biancocelesti hanno giocato una prova di sacrificio contro una delle squadre più forti e organizzate del campionato. 

“Il Chievo è una squadra molto forte, ma avremmo dovuto fare qualcosa in più”, spiega Mister Vincenzo Vivarini, “Penso che la squadra abbia interpretato bene il primo tempo, limitando i nostri avversari soprattutto sotto il profilo tattico. È chiaro che la loro qualità con il passare dei minuti è venuta fuori, lo sapevamo, ma avremmo dovuto gestire meglio certe situazioni.

Dopo il gol di Brunori abbiamo provato a riprendere la partita con le nostre qualità, giocando palla atterra, tuttavia, penso che avremmo dovuto crederci di più. La gara era insidiosa, ma questo gruppo ha dei valori e deve avere la consapevolezza che fino all’ultimo secondo in questo campionato può succedere di tutto. 

A fine primo tempo ho deciso di inserire subito Brunori perchè Mancosu aveva speso tanto e mi serviva un pò più di esplosività in avanti. La gara è stata molto dispendiosa e già a fine primo tempo la fatica si faceva sentire. Dobbiamo giocare di più la palla e avere meno timore reverenziale verso i nostri avversari”. 

Adesso per l’Entella, però, l’obiettivo deve essere uno solo, ripartire subito. “Domani analizzeremo la partita a mente fredda e poi ci rimboccheremo subito le maniche”, conclude Vivarini, “ Ho visto delle cose buone anche questa sera e da queste ripartiremo. Ci attende un trittico di gare impegnative, contro 3 dirette concorrenti per la corsa alla salvezza, ma con il giusto atteggiamento sono sicuro che potremo fare bene”. 

(Dal sito ufficiale dell'Entella)