Doccia fredda Ferrari a Imola: vince Verstappen, Leclerc solo sesto, Sainz nella ghiaia

di Marco Innocenti

Sul circuito di casa, la Rossa resta fuori dal podio per la prima volta in questa stagione: un errore del monegasco alla Variante Alta gli costa il secondo posto

Doccia fredda Ferrari a Imola: vince Verstappen, Leclerc solo sesto, Sainz nella ghiaia

Il primo podio della stagione senza nemmeno una sfumatura di rosso Ferrari arriva nella gara più attesa, quella di casa, quella di Imola, dove la passione dei tifosi per il Cavallino Rampante si fa sentire con tutta la propria forza. Come se non bastasse, poi, arriva una vera prova di forza della Red Bull, con Max Verstappen dominatore dal primo all'ultimo giro e Perez che gli fa da fedele scudiero, conquistando alla fine la seconda posizione. 

La brutta domenica della Ferrari inizia subito, quando alla partenza Leclerc si fa beffare sia da Perez che da Norris, finendo quarto, e con Sainz che finisce nella ghiaia dopo un contatto con Ricciardo. Il monegasco sembra comunque riuscire a limitare i danni, passando Norris e piazzandosi in terza posizione. La pista però si asciuga velocemente e inizia il passaggio alle gomme slick. Leclerc copia la strategia di Verstappen, con Perez che invece gioca d'anticipo.

Al 20esimo giro si fermano ai box anche i due grandi rivali ma Leclerc torna in pista con Perez subito dietro. Il messicano ha le gomme già calde e lo passa senza tanti complimenti. Purtroppo, con la pista ancora bagnata, il drs non viene attivato e il ferrarista deve accodarsi per molti giri dietro al pilota Red Bull, perdendo contatto con Verstappen. 

In casa Ferrari, sfumata la possibilità di riprendere l'olandese, si pensa al punto addizionale del giro veloce e Leclerc viene richiamato ai box per montare la gomma rossa ma la scelta risulta forse un po' troppo anticipata e il monegasco perde la terza posizione a favore di Norris, riconquistandola però pochi giri dopo. La Red Bull risponde alla mossa Ferrari e così Perez e Leclerc si ritrovano di nuovo a lottare. Proprio quando Leclerc sembra sul punto di poter lanciare l'attacco, alla Variante Alta, la sua Ferrari finisce un po' troppo sul cordolo e prende il volo, andando a "baciare" le gomme di protezione a bordo pista. L'ala anteriore è danneggiata e così Leclerc deve tornare ai box per sostituirla, scivolando in nona posizione, alle spalle di Magnussen.

Uno dopo l'altro, il pilota Ferrari inanella i sorpassi che gli permettono di risalire almeno fino al sesto posto ma la gara di casa è un bel bagno di umiltà per la squadra del Cavallino Rampante. Vince Verstappen, davanti al compagno di squadra Perez e a Lando Norris. Leclerc mantiene comunque saldamente la testa del Mondiale, con 86 punti. verstappen sale al secondo posto con 59, poi Perez a 54, Russel a 49 e Sainz fermo a 38. Nel Mondiale costruttori, Ferrari sempre prima con 124 punti ma la Red Bull si avvicina, salendo a 113.