Delitti di Sarzana, Bedini non risponde davanti al giudice

di Edoardo Cozza

Il 32enne, sospettato dei due omicidi avvenuti un paio di settimane fa, si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande del gip Garofalo

Delitti di Sarzana, Bedini non risponde davanti al giudice

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Daniele Bedini nell'interrogatorio di garanzia relativo all'omicidio del transessuale Camilla, all'anagrafe Carlo Bertolotti, 43 anni, avvenuto due settimane fa a Marinella di Sarzana (La Spezia), 24 ore dopo l'uccisione della prostituta Nevila Pjetri, 35 anni. Bedini, 32 anni, è sospettato di entrambi gli omicidi.

Stamani l'artigiano, residente a Carrara, non ha risposto alle domande del gip Garofalo, collegato da remoto con Bedini, che si trova nel carcere della Spezia. Con Bedini gli avvocati Reboa e Bianchini. La prostituta era stata uccisa nella notte tra il 4 e il 5 giugno a Marinella di Sarzana e 24 ore dopo era toccato a Camilla poco distante dal luogo del primo delitto. Entrambe erano state picchiate e uccise con colpi di pistola alla testa. L'arma usata è una calibro 22, come la pistola rubata al padre di Bedini e non ancora ritrovata. Nevila Pjetri sarebbe stata uccisa durante una rapina: secondo gli investigatori il trentenne era in cerca di soldi per acquistare droga, mentre Camilla forse perché testimone scomoda del primo omicidio o sempre per rapina.

Questa mattina si sono svolti i funerali di Camilla nella chiesa di Ceparana.