Condividi:


Dal 22 aprile Amiu riattiva il servizio di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti

di Marco Innocenti

Il dg Merlino: "Tutti gli operatori saranno dotati dei dpi necessari"

A partire da mercoledì 22 aprile, Amiu riattiverà in tutta la città il ritiro dei rifiuti ingombranti presso l’abitazione. Si tratta del consueto servizio a pagamento che prevede il ritiro al piano direttamente a casa, e che lo scorso 13 marzo era stato fermato per l'emergenza Coronavirus. A fronte di un contributo minimo per ogni pezzo ritirato, gli operatori – provvisti di tutti i dispositivi di protezione, guanti e mascherine – ritireranno i rifiuti permettendo ai cittadini di non uscire, per rimanere comodamente a casa e in sicurezza. 

"In attesa delle indicazioni per la Fase 2, la riattivazione del servizio di ritiro ingombranti a domicilio è un primo passo di Amiu verso il ritorno alla normalità sulla gestione dei rifiuti più voluminosi – spiega il direttore generale, Tiziana Merlino - Gradualmente verranno riattivati anche i servizi di ritiro a piano strada, gli Ecovan e le Isole Ecologiche, seguendo le disposizioni e le profilassi che verranno disposte a livello ministeriale e regionale". 

Per usufruire del servizio occorre prenotare telefonicamente il ritiro. Già da domani è possibile farlo chiamando il numero 010 89 80 800 (per questo servizio attivo da lunedì a sabato con orario 7-18). Amiu, che durante l'emergenza non ha mai interrotto i servizi essenziali, ma anzi li ha implementati con pulizie e sanificazioni straordinarie, con la riattivazione del ritiro ingombranti a domicilio rinnova ancora una volta l'appello ai cittadini a collaborare per una città più pulita e più bella, evitando il conferimento dei rifiuti voluminosi accanto ai cassonetti e sulle strade dei nostri quartieri.