Condividi:


Covid, la Liguria verso la zona gialla ma il ponente sarà escluso

di Alessandro Bacci

Lo annuncia il governatore Giovanni Toti, intanto a Ventimiglia tamponi rapidi gratuiti su base volontaria per tutti i cittadini

"Regione Liguria penso che possa tornare in zona gialla la prossima settimana, i parametri delle ospedalizzazioni in calo e i dati me lo confermano, ovviamente non il Comune di Ventimiglia e limitrofi". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti oggi pomeriggio a Tagadà su La 7.

Toti ha spiegato che Ventimiglia, Sanremo e Comuni limitrofi la settimana prossima "resteranno in zona arancione 'rafforzata', anche in vista di un possibile ritorno in zona gialla del resto della Regione Liguria". "Nell'ultimo report dell'Istituto superiore di sanità il nostro rischio complessivo come Regione è basso, ciò comporta per due settimane il ritorno in zona gialla, cosa che peraltro auspicherei per ridare fiato alle nostre attività economiche. Certamente non è possibile che ciò avvenga nel distretto sanitario di Ventimiglia", ha ribadito

Tamponi rapidi per tutti su base volontaria da domani a Ventimiglia per cercare di isolare i positivi asintomatici al covid a Ventimiglia e a Bordighera dove il virus circola di più rispestto ad altre zone della Liguria per cui la Regione ha emesso uno ordinanza con restrizioni, una sorta di zona arancione implementata. A Ventimiglia si parte domani, a Bordighera venerdì e l'iniziativa andrà avanti fino a domenica. Domani a Ventimiglia, in piazza della Libertà, ci sarà il camper di Asl1, mentre a Bordighera i tamponi saranno fatti nella sede della Croce Rossa. A eseguirli personale Asl con l'aiuto di volontari medici di base. I positivi dovranno sottoporsi a tampone molecolare. La Regione ha classificato ad alto rischio le zone dei distretti sanitari di Ventimiglia e di Sanremo ed ha disposto la chiusura delle scuole e dei parchi da oggi al 5 marzo e, limitatamente a quello di Ventimiglia, con una serie di restrizioni accessorie, come il divieto di asporto dopo le 18, con possibilità di consegna a domicilio e il divieto assoluto di assembramenti.