Covid, il "Green Pass" può essere ottenuto a 15 giorni della prima dose di vaccino

di Alessandro Bacci

Novità importante per la "certificazione verde" che garantirà la possibilità di viaggiare e partecipare a eventi con il pubblico

Covid, il "Green Pass" può essere ottenuto a 15 giorni della prima dose di vaccino

La "certificazione verde Covid-19" ha validità di nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale. E' quanto prevede il testo finale del nuovo decreto legge Covid, firmato ieri sera dal capo dello Stato. Il testo dispone inoltre che il "green pass" sia rilasciato "anche contestualmente alla somministrazione della prima dose di vaccino" e che sia valido dal quindicesimo giorno dopo la somministrazione fino "alla data prevista per il completamento del ciclo vaccinale".

Ma che cosa è il green pass? È una certificazione che attesta come il cittadino abbia effettuato il ciclo vaccinale contro il Covid-19 oppure sia guarito dall’infezione. È valido anche il referto di un tampone molecolare o antigenico rapido che sia negativo ed effettuato nelle 48 ore antecedenti. Chi ha ottenuto il Green Pass può spostarsi tra regioni di colore diverso (attualmente, senza la certificazione, è possibile farlo soltanto tra regioni gialle), ma può partecipare ad alcuni eventi per i quali è prevista la presenza di un pubblico, così come cerimonie civili e religiose ma anche fiere, congressi e convegni.