Covid, Bassetti: "Il contagio corre nei bambini, presto vaccino approvato in Italia"

di Alessandro Bacci

Via libera per la fascia dai 5 agli 11 anni negli Stati Uniti. L'infettivologo: "Numeri impressionanti dei paesi dove non si è vaccinato abbastanza"

Covid, Bassetti: "Il contagio corre nei bambini, presto vaccino approvato in Italia"

"Ogni giorno escono centinaia di articoli sul Covid e su molte altre malattie infettive. Articoli sottoposti alla peer-review e pubblicati sulle più prestigiose riviste del mondo. A noi medici spetta il compito di documentarci, di aggiornarci e di mettere al servizio della comunità le nostre conoscenze. Questa è la medicina dell’evidenza. La stessa evidenza dei numeri impressionanti dei paesi dove non si è vaccinato abbastanza: ieri in Russia, per esempio, 1160 morti in 24 ore. Molti altri paesi dell’est Europa stanno chiudendo tutte le attività perché il virus ha rialzato la testa, perché non si è fatto quello che abbiamo fatto noi in Italia. Vaccinare nei mesi in cui il virus morde meno." Così l'infettivologo genovese Matteo Bassetti fa il punto sulla pandemia. 

Intanto nel mondo si fanno passi avanti per la vaccinazione anti covid per i bambini. La Food and Drug Administration (Fda) ha autorizzato l'uso di emergenza del vaccino Pfizer-BioNTech per i bambini dai 5 agli 11 anni, con una dose ridotta (un terzo di quella per gli adulti) e due iniezioni a distanza di tre settimane. Una decisione che interessa circa 28 milioni di bambini americani. Se ci sarà il disco verde anche dei Centers for Desease Control and prevention (Cdc), la campagna vaccinale pediatrica potrà iniziare la prossima settimana. 

"Il contagio in Italia corre soprattutto nei bambini - spiega Bassetti - Da ieri via libera dell’FDA al vaccino per i bambini. Presto sarà approvato anche in Europa ed in Italia. Una possibilità in più di fermare il contagio e vincere la pandemia. Manca davvero poco. La scienza vincerà ancora una volta. L’ennesima!"