Controesodo. Week end da bollino rosso sulle autostrade liguri

di Michele Varì

Previste 35 mila auto solo sulla A10. Sciopero casellanti, torna il tutor. I consigli della Polstrada

Controesodo. Week end da bollino rosso sulle autostrade liguri

Weekend da bollino rosso per il traffico sulle autostrade della Liguria per il controesodo di fine agosto. Fra stasera e lunedì su ogni tratta della regione si muoveranno almeno 35 mila veicoli al giorno, come era già accaduto l'anno scorso solo sulla A10 che collega Genova al confine francese, in assoluto la direttrice più trafficata.

A complicare in modo ulteriore la situazione del traffico il previsto sciopero dei casellanti, che in alcune fasce orarie del fine settimana (fra le 10 e le 14 e dopo le 18 e sino alle 2 di lunedì), potrebbe ridurre il numero dei caselli operativi, e la riattivazione, dopo la sospensione imposta dai giudici, del sistema tutor che controlla la velocità media dei veicoli in circolazione.

Altra incognita il transito dei mezzi pesanti che non si fermeranno per tutto il week end ma solo nelle ore di traffico più intenso: fra le 8 e le 16 di sabato e fra le 7 e le 22 di domenica.

Maria Grazia Ciardo, funzionario della Polstrada di Genova, per questo invita tutti gli automobilisti a rispettare i limiti di velocità, le distanze di sicurezza, controllare l'auto prima di partire per un lungo viaggio ed indossare le cinture di sicurezza anche sui sedili posteriori.

La Ciardo poi avverte a non farsi trovare impreparati se ci si trova in un casello di uscito con alcuni caselli non operativi per via dello sciopero dei casellanti. “Tenete a disposizione spiccioli o bancomat per pagare alla casse automatiche”.

Per quanto riguarda il ritorno del Tutor nessuna paura ma solo maggiore sicurezza e prevenzione, come dicono le statistiche al riguardo: “La consapevolezza che si può essere multati induce tutti a non superare i limiti di velocità” aggiunge il vice questore.

Limiti che sono di 130 k/h sui tratti in rettilineo, ma si abbassano nei tratti più pericolosi, come accade su parte della camionale A7 Genova-Milano e sulla Genova-Ventimiglia.

Per fronteggiare il controesodo la polizia stradale ha aumentato il numero delle pattuglie in servizio in autostrada e sulle strade urbane: ogni pattuglia è munita di etilometro per controllare se gli automobilisti non hanno bevuto troppi alcolici.

Michele Varì