Condividi:


"Clara si è pagata il funerale due settimane fa": la rivelazione shock del collega

di Gregorio Spigno

"Aveva capito che sarebbe finita male" ha aggiunto il commesso che saltuariamente lavorava per la donna uccisa ieri

"Clara due settimane fa si era andata a pagare il funerale. Non voleva gravare sull'anziano padre e sul figlio. Forse aveva capito che sarebbe finita male".

E' questo il commento shockante del commesso che, saltuariamente, lavorava per Clara Ceccarelli, la negoziante uccisa a coltellate dall'ex compagno in pieno centro a Genova. L'uomo la perseguitava da quasi un anno, e cioè dalla fine della loro relazione.

"Non risultano però denunce a suo carico o altri procedimenti" ha detto il procuratore capo di Genova Francesco Cozzi. Il pubblico ministero, Giovanni Arena, ha disposto la perizia psichiatrica sull'assassino: l'incarico verrà conferito lunedì al medico Gabriele Rocca, mentre lunedì pomeriggio il medico legale Lucrezia Mazzarella eseguirà l'autopsia.