Castelnuovo Magra, picchia mamma e zia e poi minaccia i carabinieri con una pistola e un'ascia

di Marco Innocenti

Dopo che le due donne erano fuggite, l'uomo ha anche distrutto i mobili. In casa, i militari gli hanno trovato una Beretta con la matricola abrasa

Castelnuovo Magra, picchia mamma e zia e poi minaccia i carabinieri con una pistola e un'ascia

Ha picchiato l'anziana mamma e la zia e poi ha minacciato i carabinieri con una pistola e un'ascia. L'uomo, 55 anni, è stato arrestato. E' successo a Castelnuovo Magra. Le due donne, ferite in modo lieve, sono riuscite a scappare dalla villetta e a chiamare il 112. Rimasto solo, l'uomo ha distrutto i mobili.

Quando i carabinieri sono arrivati lo hanno trovato con in mano un'ascia taglialegna e ha iniziato a minacciare di ucciderli, urlando di avere anche una pistola. I militari sono riusciti ad avvicinarsi e a bloccarlo prima di disarmarlo. Nel corso della perquisizione è stata trovata una pistola, una Beretta con matricola abrasa, completa di alcuni proiettili.

A quel punto l'uomo è stato arrestato per detenzione illegale di arma con matricola abrasa, ricettazione, danneggiamento aggravato dalla violenza sulle cose, porto di oggetto atto ad offendere, minacce, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate nei confronti di congiunti. L'ascia e la pistola sono state sequestrate. La Beretta verrà sottoposta ad accertamenti tecnici per risalire alla matricola.