Bucci ultrafragile ma si vaccina con AstraZeneca: “Non so perché, ma non c'è nulla da temere”

di Alessandro Bacci

Il sindaco soffre di una particolare forma di diabete. In teoria avrebbe dovuto avere il farmaco Pfizer o Moderna: "Un messaggio a tutti i genovesi"

Bucci ultrafragile ma si vaccina con AstraZeneca: “Non so perché, ma non c'è nulla da temere”

"Non so perché mi sia stato somministrato un vaccino o un altro, queste sono cose che vengono decise dai medici e bisognerebbe chiederle ai medici, ma sono contento di avere avuto il vaccino AstraZeneca perché in questo modo diamo un messaggio a tutti i genovesi, ovvero che non c'è nulla da temere". Il sindaco di Genova Marco Bucci, 61 anni, che ieri è stato vaccinato in quanto appartenente alla categoria degli ultrafragili, ha risposto così quando gli è stato chiesto perchè abbia ricevuto Astrazeneca nonostante le linee guida ministeriali sconsiglino l'uso del farmaco anglosvedese per gli ultrafragili.

"Se domani sarò ancora vivo - ironizza il sindaco - servirà a rafforzare il messaggio, lo ribadisco, prima ci vacciniamo tutti e meglio è, i cittadini non devono avere alcuna esitazione". Il sindaco ha poi giudicato positivamente l'organizzazione logistica della somministrazione: "Sono arrivato al centro della Asl 3 cinque minuti prima dell'appuntamento, in un quarto d'ora sono stato vaccinato e tutto ha funzionato bene".